sabato 30 novembre 2013

Ehilà!

Della serie a volte ritornano... Anche io sono tornata e questo è qualcosa come il decimo post che inizio con questa frase.
Le mie lunghe assenze e l'accumulo di post di attualità che poi diventano subito vecchi sono dovute a una sola parola: scuola.

Sempre e solo lei. Quell'edificio che ti fa sudare sette camice e anche di più per arrivare a malapena ad un sei.
Ebbene sì, tra scuola, amici e musica ho tralasciato un pochino il blog, ma, come mi avevo promesso settimane fa, alcune innovazioni stanno per essere introdotte in questo che è il mio piccolo mondo virtuale.

Perciò restate collegati su queste frequenze e aspettate con pazienza. O impazienza, se volete.

Sciao belli! c;

domenica 17 novembre 2013

venerdì 15 novembre 2013

La Ghiandaia inghiottita dalla rete

Nel frattempo, mentre al Festival del Cinema di Roma c'era il delirio, cosa veniva cinguettato in rete? La gioia di chi ha tweettato trovandosi alla premiere, l'amarezza di chi è rimasta a casa, i ricordi di chi ha tweettato solo una volta abbandonato il Festival. 

Qui ve ne propongo alcuni:

Vederli sorridere nella foto, firmare gli autografi e ridere insieme mi riempie, quanto vorrei essere stato lì #CatchingFireRome
@acciojenlawrenc

anche se mi sono fatta malissimo e ho litigato con mezzo mondo ne è valsa proprio la pena #CatchingFireRome
@gjbiebs

Voglio rivivere tutto, voglio rivedere Josh quello per cui ho pianto tanto quand'è andato via.. #CatchingFireRome
@marybelieve

Ripenso alle emozioni di ieri e non voglio fare nient'altro. Boh ho paura di scordarmele haahha #on #CatchingFireRome
@xsexylouis

Sono perfetti. Dal vivo lo sono ancora di più. #CatchingFireRome
@msgranger_ 

Secondo me ieri Jennifer se avesse potuto si sarebbe fermata a dedicare qualche minuto per ogni fan #catchingfirerome
@berrymanshair 

 "I migliori fan del mondo?Quelli italiani" Jennifer. Dobbiamo esserne fieri!!😍😍😭#CatchingFireRome #JenniferLawrence
@gossip4stars

Io non ci posso ancora credere! Ieri è stato a dir poco INCREDIBILE.
E abbiamo pure l'autografo di @jhutch1992  :)
#CatchingFireRome
@angiefranci

OMG HO RESPIRATO LA STESSA ARIA DI JENNIFER LAWRENCE,@jhutch1992 E @LiamHemsworth c': #catchingfirerome
@shelovesjamie

ad un certo punto ho gridato 'josh!' lui si è girato e mi ha fatto ciao con la mano sjsjsklp crepo #CatchingFireRome
@_ehimyjawy

Non ho un loro autografo neanche una foto con loro ma almeno posso dire io c'ero...!
#CatchingFireRome
@SoldatiAlessia

L'amore dei tributes.

Nella giornata di ieri una cosa che mi ha colpito tantissimo sono stati i cartelloni.


Ebbene sì, nonostante io abbia visto, nonostante sia stato dalla cavea, Jennifer, Josh e Liam, sono davvero rimasta affascinata dai cartelloni.


Preparati alcuni a casa, altri lì, durante l'attesa, tutti hanno trasmesso l'amore dei tributes verso gli attori, i film e la Collins (nonostante ci fossero ragazze che non hanno neanche letto il libro: sì, questa cosa mi ha    lasciato parecchio perplessa, sinceramente).

Ho cercato di immortalare quei cartelloni rubando scatti qua e là. L'unica eccezione è stata fatta per il cartellone celeste: non riuscendo a fare una foto decente, ho chiesto alla ragazza che lo aveva realizzato se potevo fotografarlo e lei è stata davvero molto gentile a permettermi di farlo. Era più forte di me, credo che sia uno dei più belli.

Vi lascio con altri cartelloni che stavano per essere preparati e con il fantastico 'I love Peenis' che non è passato inosservato neppure agli occhi di Josh e Jennifer, che lo hanno indicato.


 

  






 ....E non dimentichiamoci dell'importanza del gesto con cui sono stati accolti gli attori!




Una ragazza Di Or(o)

... E se Cinna esistesse davvero?

Questo è stato il primo pensiero appena ho visto Jennifer Lawrence attraversare con stile e fascino invidiabili il Red Carpet del Festival del Cinema di Roma ieri, 14 Novembre 2013.
In seguito ho saputo che non c'era lo zampino di Cinna, era "solo" Dior.

La Lawrence, che si è fatta avanti tra lo sciame di giornalisti con un grande sorriso e una classe degna delle più grandi dive, ha dimostrato esperienza e al contempo naturalezza di fronte ai flash dei fotografi e soprattutto ha alimentato il rapporto con il pubblico, già pazzo di lei, con una serie di onde improvvisate per intrattenere la cavea.

Sandali e gioielli dorati, pelle candida della schiena scoperta, cortissimi capelli biondi e occhi brillanti e vispi: brillava di luce propria circondata dal rosso scuro del suolo.

E così, come Katniss nello trilogia di Hunger Games, ieri Jennifer, la ragazza di fuoco, ha illuminato la nostra serata romana.


 Anceh in questo caso, tutte le foto sono state scattate da me. Ne potete trovare altre su instagram, isthatbi.

Catching Fire, Rome Premiere

L'attesa ha il sapore di gomme Vigorsol. E di patatine appena uscite da un pacchetto con l'interno argentato. E ha il rumore del vento di novembre. E delle urla di altri ragazzi come me. Centinaia di urla e centinaia di mani alzate in segno di rispetto, come si usa fare nel distretto dodici.

Attesa e ancora attesa. Carte da uno, pennarelli e cartelloni e Galileo Galilei, perchè anche in un giorno come questo dobbiamo ricordarci che l'indomani ci sarà scuola.

Quattordici Novembre duemilatredici. Roma scalpita. Roma aspetta. Roma e il suo festival del cinema brillano grazie all'arrivo di Jennifer, Josh e Liam. Siamo alla premiere di Catching Fire.

Poi il cielo diventa scuro, si accendono le luci e inizia la serata al Festival del Cinema di Roma. Checco Zalone, un corpo di ballerini e poi più nulla. Tra falsi allarmi e urla di incoraggiamento, dopo un po' vediamo una ragazza avvolta in un vestito color avorio. le urla si fanno più alte, le voci scandiscono con gioia, entusiasmo ed emozione il nome di Jennifer. Jennifer Lawrence. Ed è proprio lì, davanti a tutti noi. La vediamo rispondere ai giornalisti e si avvicina. Arriva sotto la cavea. Un attimo dopo è arrivato anche Liam. Dopo un po' arriverà anche Josh che si affiancherà ai due prendendo la rincorsa per fare un salto, anche se nonostante questo non riuscirà a compensare l'altezza degli altri due colleghi.
E poi eccoli lì, tutti e tre. Abbracciati. Sorridono. Scherzano. Liam sembra un po' più timido degli altri due, che invece si trovano a proprio agio davanti ai flash e alle centinaia di ragazzi che li acclamano. I loro occhi sono brillanti, ma i nostri, quelli di fans, lo sono ancora di più. Pochi attimi. Alcuni li hanno visti da lontano, altri da vicino. Altri ancora di spalle, i più fortunati ora hanno ricevuto un autografo o un saluto. In ogni caso questa giornata rimarrà per sempre nei nostri cuori come uno dei giorni più belli della nostra vita.




Le foto sono tutte state scattate da me: è per questo che la qualità non è ottima (faccio pena come fotografa, insomma). Altre ne potete trovare su instagram, isthatbi.

martedì 5 novembre 2013

Sulle ali di un angelo

...E se alla fine dell'estate, dopo tre settimane di rapimento, vi risvegliaste in un cupo e buio cimitero? E se non ricordaste niente dall'aprile passato?

Così si trova Nora: sperduta e perseguitata da immagini nere. Nere come ...Patch. E Jev: ogni volta che si imbatte in Jev la mente gli mostra un alone nero che si propaga fino a che non arriva a occupare tutti i suoi pensieri. La stessa cosa accade quando sente nominare Patch: ma chi sono questi ragazzi? Cosa li accomuna? Che legami ha Nora con loro?

Quali segreti rivelati sono stati cancellati dalla sua mente? Ricordi, attrazione, intuizioni, riscoperte e la storia di una grande amicizia.

Un amore che sfida la mancanza di memoria e un pericolo che si fa sempre più insistente.



Titolo: Sulle ali di un angelo
Titolo originale: Silence
Autore: Becca Fitzpatrick
Casa editrice: Piemme
Prezzo: *mi hanno prestato il libro, mi informo e vi faccio sapere*

domenica 3 novembre 2013

Quanto è bella Roma quann'è sera.


 
Roma Capoccia, Antonello Venditti


Già, quanto è bella Roma con il buio? 
Con le luci della città e con le persone ancora sveglie anche quando il sole è andato a dormire? 
Quando ti siedi a osservare il Colosseo, Fontana di Trevi o il cupolone di San Pietro e ti senti infinitamente piccolo rispetto a monumenti così belli e così imponenti?

Ne parlavo qualche sera fa con delle amiche. Le città di notte si mostrano realmente in tutta la loro bellezza. Di giorno sono belle, ma non quanto il cielo sereno e il caldo del sole, mentre di notte diventano padrone di sè stesse e si lasciano amare in tutta la loro magnificenza. 

Così, presa da quest'attimo di poesia, mi sono messa alla ricerca di città dopo il tramonto _partendo ovviamente da Firenze, la città in cui sono nata, e continuando con Londra e Parigi, città di cui ho visto anche il lato notturno_ per ammirare con voi la bellezza di questi luoghi.