domenica 31 agosto 2014

AAA Cercasi linea metro valida disperatamente!

L'Italia va a rotoli, neanche fosse una fabbrica di carta igienica. E il nervosismo sale, quando i mezzi pubblici che ci offre questo Stato sono inefficienti e mai puntuali.

La prima pietra da scagliare contro la metro di Roma è a causa degli orari di chiusura e della cattiva gestione delle linee notturne degli autobus.
D'estate, si sa, è normale che i più giovani ( non sempre patentati) si organizzino per uscire per le vie del centro della città eterna che tutti noi tanto amiamo. 

Di notte Roma, diventa un vero spettacolo! 







Se noi amanti della città notturna siamo giovani, dobbiamo ricordarci che qui la notte non è giovane per niente! 
Durante la settimana, infatti, le linee romane della metropolitana chiudono alle 23.30, cioè prestissimo per chi, come me e i miei amici, vuole passeggiare per il centro la sera.


Inoltre, ultimamente, ho avuto il piacere di ritrovarmi nell'allegra situazione di restare un'ora intera chiusa nella metro durante il tragitto Battistini-Termini per un rallentamento dovuto a motivi tecnici. Il nervosismo non ha tardato ad arrivare, poichè quel giorno dovevo fare scalo alla stazione Termini per imbarcarmi nella linea b della metro a causa di una visita alla quale, naturalmente, sono arrivata in ritardo.

Non so se dipenda dalla metro o dalla mia formidabile fortuna ( che, ad esempio, contribuisce a far arrivare le pizze al mio tavolo dopo due ore in cui le mie amiche ed io stavamo scaldando le sedie e, come se non bastasse, a far arrivare pizze diverse da quelle richieste), fatto sta che in questi giorni potrei essere protagonista di un nuovo film d'animazione: Incazzatissima Me.



( Grazie alla mia amica Erica per le prime tre foto).







E ricordatevi di seguirmi ...ovunque!



sabato 30 agosto 2014

Dieci cose che ho imparato quest'estate.

Rieccomi! Le vacanze sono davvero finite e si riapre il periodo del " oh mamma devo finire ( o iniziare nei casi più disperati come il mio) i compiti delle vacanze!", per l'ultima volta nella mia vita, si spera.

Ma questa è un'altra storia.

Per ridare la vita a questo mio piccolo angolino di web, ho deciso di porvi un elenco delle cose, demenziali o meno, che ho imparato quest'estate.


1. I bagnini sono la categoria di persone più esibizionista che possa esistere;

2. Nei supermercati in Toscana si trovano molte più linee di prodotti bio rispetto a quelli nel Lazio ( almeno secondo i luoghi che ho potuto visitare io);

3. Al sud i prezzi sono inferiori anche per quanto riguarda i venditori sulle spiagge ( treccine nei capelli: Vieste, Puglia  5 cad. vs Punta Ala, Toscana € 10);

4. Basta un po' di forza di volontà per iniziare a creare e personalizzare magliette e altri generi di oggettistica;

5. Ed Sheeran dimostra tutto il suo amore per la carne nel singolo dell'estate Sing quando pronuncia ripetutamente la parola filett;

6. Leggerai più velocemente un libro che ti interessa anche se ha 700 pagine, rispetto a uno di 300 che ti annoia;

7. I piemontesi che passano le vacanze in Toscana sono convinti che non si senta il loro accento, in realtà marcato, stile Littizzetto;

8. Posso togliere tutto ciò che appare superfluo, ma la mia valigia resterà sempre TROPPO piena;

9. Esiste Elle Kids, rivista dedicata ai bambini, all'interno della quale vi è un oroscopo dedicato ai giovani studenti che inizieranno la scuola ( materna o elementari) a Settembre con consigli per loro e i genitori;

10. Non è detto che i computer che non si accendono per un periodo siano assolutamente morti. Potrebbero cadere in coma e risvegliarsi da soli un paio di settimane dopo. Basta lasciarli a riposo, come se fossero malati ( potreste anche provare a far ascoltare loro musica classica, dicono che aiuti le persone, ma non so quanto possa essere utile a un pc).

Calcolando che il punto dieci riguarda il mio computer, vi comunico ufficialmente che son tornata e che resterò attiva ( promesso, lo giuro, mi sto baciando gli indici ed ho una mano sul cuore e in questa posizione sembro una contorsionista, aiuto!) finchè morte ( mi auguro quella del pc)  non mi separi dal mio computer! 

giovedì 7 agosto 2014

IL COLMO

Approfittando del ritorno di internet ( per qualche giorno non c'era linea), ho deciso di dedicarmi a riordinare il blog, soprattutto la parte libresca che, a poco a poco, sta crescendo e, colmo dei colmi, mi sono accorta che tutti _ e dico TUTTI_ i post che pubblicai quando il blog non si chiamava ancora Bea with Coffee, ma Wake with coffee, sono, ahimè, spariti nel buco nero della rete. 

In questi giorni, quindi, mi dedicherò a ripubblicare tutto ciò che è andato perduto sperando nel vostro, ormai richiesto davvero troppo spesso, perdono.

( Sì sì, son proprio fortunata. Eeeeh, già.)